Instagram: come fare social media marketing con le foto

fare marketing con instagram

Instagram: come fare social media marketing con le foto

Facebook? E’ il social network dominante. E’ la Fiat dei social network, tant’è diffuso, facile da usare, omologato e uniformato. Ma c’è qualcosa di ancora più facile, immediato, potente a livello marketing e ancora piu’ accessibile di Facebook? Sì. E’ Instagram. Oggi è considerato Facebook all’ennesima potenza.

Ecco perché iniziare ad usare Instagram

  1. Instagram è un social network come Facebook: per usarlo occorre iscriversi (è gratuito) e creare un profilo personale (tutti i profili sono uguali: non c’è distinzione tra pagine e profili, come su Facebook e non esistono i gruppi)
  2. Instagram è centrato sulle foto scattate con la fotocamera dello smartphone
  3. Basta usare uno smartphone per iscriversi e poi scattare le foto, caricarle, applicare effetti grafici colorati e pubblicarla
  4. Non serve essere un fotografo. Basta cogliere l’attimo fuggente
  5. Si comunica solo con le foto scattate. Ogni immagine può avere un titolo e una serie di #hashtag (parole chiave). Non ci sono link, di nessun tipo, salvo uno solo, nel profilo dell’utente

 

Presentato così, sembra davvero interessante. Infatti lo è. Secondo i dati, Instagram movimenta tre volte il traffico di contenuti di Twitter e addirittura cinque volte la partecipazione (l’ “engagement” di cui si sente così spesso parlare) rispetto a Facebook. Perché? Instagram è facilissimo da usare: basta scorrere col pollice le foto recentemente pubblicate dagli amici che si seguono. Per fare like, basta fare due volte “tap”, cioè battere due volte il dito sopra alla foto. Più facile di così!

Cosa puoi fare con Instagram per la tua impresa?

Intanto parti dalle attività più semplici: scarica l’app gratuita per iOS e Android,  registrati e crea così il tuo profilo gratuito – personale o aziendale non fa differenza.

La prima mossa? Il classico product placement, cioè prendi il tuo prodotto, la tua attività, il tuo servizio e inizia a mostrarlo, raccontarlo tramite immagini, magari con un pizzico di creatività nel collocarlo all’interno di una bella cornice visuale. Le immagini comunicano migliaia di parole in un colpo solo e vanno dritte al cuore prima di passare dal cervello. Lo sapevi che il nostro cervello elabora le immagini 90 volte più velocemente rispetto ad un testo da leggere?

La seconda mossa è coltivare la tua comunità, cioè farla crescere, iniziando a cercare contatti di amici e altre persone interessate alla tua attività: puoi cercarle col motore di ricerca di Instagram e filtrare per #hashtag, parola, nome utente, luogo. Prendila con calma, perché è la fase più lunga.

Adesso viene il bello

Poi, quando sei entrato nella logica di Instagram, perché non pensare ad una campagna di advertising a pagamento per promuovere visibilità e contatti per la tua impresa semplicemente usando le foto di Instagram? Ovviamente serve un sito web. Ma quello non è un problema. Instagram infatti offre forme di pubblicità che mettono in primo piano le tue foto, creano “caroselli” (sì, proprio così) grafici che fanno scorrere in orizzontale le foto dei tuoi prodotti – e ovviamente anche piccoli videoclip.

Non te l’avevo detto? Con Instagram puoi anche creare video di 15 secondi gratuiti usando la videocamera del tuo smartphone. Diventi un regista che da solo si fa il proprio video promozionale e lo condivide subito online. Con l’advertising può avere una durata massima di 30 secondi.

Perché rinunciare ad Instagram? Almeno provalo e poi racconta qui la tua esperienza sul nostro blog Marketing Academy


SCRIVICI

Ho preso visione della Privacy Policy e presto il consenso al trattamento dei dati.



ut diam venenatis ipsum felis lectus risus. commodo mattis