Le nuove tecnologie aiutano il marketing in negozio, ma ad una condizione

il marketing di prossimità per i negozi

Le nuove tecnologie aiutano il marketing in negozio, ma ad una condizione

Siamo circondati da nuove tecnologie, che promettono di rivoluzionare la comunicazione. Ma per comprare in negozio questi new media non bastano: ci vuole il contenuto, cioè il prodotto. Allora sì che arrivano nuovi clienti.

Gli ultimi dati sulle vendite degli e-commerce in Italia trasmettono un input molto preciso: gli italiani credono nell’e-commerce, aumentano le quote di acquisti fatti online, soprattutto in tecnologia, turismo e divertimento – e sono pronti a provare (qui il link al post sulla disponibilità a fare micro-innovazione) nuove tecnologie digitali all’interno dei punti vendita tradizionali. Cioè: il caro, vecchio negozio è ancora il luogo principale in cui l’italiano fa shopping. Ma c’è voglia di provare nuove tecnologie all’interno del vecchio negozio.

C’è però un punto fondamentale. Ben venga la sensibilità a sperimentare novità per migliorare l’esperienza dello shopping in negozio. Ma questo non deve trarre in inganno e far credere che basti puntare sulle nuove tecnologie per vedere aumentare le vendite. Non è così. Non siamo più negli anni in cui bastava introdurre un pulsante, un aggeggio, uno schermo e per incanto il consumatore restava incantato e si lasciava convincere ad uscire di casa, andare in negozio, fare acquisti e continuare a ripetere quest’azione senza tanti problemi. La tecnologia da sola non basta a vendere.

Oggi, in negozio, come su un sito, non conta più la tecnologia. Perché la tecnologia è solo funzionale al contenuto, cioè al prodotto: qualità, provenienza, fattura, prezzo, reperibilità, assistenza… E’ questo che conta. La tecnologia aiuta a provare, conoscere, scegliere (o rifiutare) un prodotto. Non può più influenza l’acquisto. Perché succede questo? Perché i consumatori hanno imparato, sempre di più, a controllare i prezzi, informarsi sui prodotti, ascoltare il giudizio degli altri consumatori, fare ricerche su Google per capirne di più … Senza dimenticare il vero e proprio boom del mercato dell’usato, a partire da eBay e da tutti i siti che ne sono derivati.

Quindi, usare nuove tecnologie va bene, ma solo se aiuta i consumatori a vivere e capire “meglio” la fase dell’acquisto, dall’inizio, cioè dalla scoperta del prodotto, fino al suo consumo nel corso del tempo. Tutto sta nella comunicazione del prodotto: a livello tecnico-pratico (il prodotto mi da vantaggi pratici usandolo?), economico (il prodotto mi fa risparmiare altrove?), valoriale (quali valori mi trasmette il prodotto?), sociale (il prodotto mi conferisce uno status sociale desiderato?). Se la tecnologia che comunica il prodotto non capisce questo, allora diventa fine a se stessa – fa esclamare “wow!” al cliente ma poi non funziona per fargli comprare il prodotto perché non gli dà nulla di utile per fare la scelta di comprarlo.

Un nostro esempio pratico di comunicazione finalizzata a vendere? Il “beacon” è un piccolo aggeggio, grande quanto una gomma. Si attacca ad una parete e trasmette un messaggio che arriva a tutti gli smartphone in un certo perimetro dalla sua posizione. Metti per esempio un beacon all’interno di un negozio. Lo lasciamo acceso nell’orario di apertura e lui invia un messaggio con un buongiorno o uno sconto o un invito ad entrare ai possessori di smartphone che passano nel raggio di, ad esempio, 500 metri e che hanno attivato la ricezione dei messaggi via beacon. Il consumatore passa, riceve il messaggio e con esso un motivo per entrare in negozio, in quel momento, proprio lui. Magari è un’offerta valida solo per un paio d’ore. Magari solo quel giorno. Magari solo per chi riceve quel messaggio.

E’ un esempio concreto di marketing “di prossimità”, ma al di là delle etichette dimostra che il marketing funziona quando è funzionale agli obiettivi commerciali e non è quindi fine a se stesso. Se il messaggio trasmesso via beacon fosse solo “ciao!”, tecnicamente non cambierebbe nulla, ma sarebbe un messaggio inutile. La differenza la fa il messaggio. Non la tecnologia.

 

Se vuoi saperne di più su come dotare di tecnologie efficaci il tuo negozio, siamo a tua disposizione: scrivi a info@dpsonline.it oppure compila il form qui sotto e così potremo proporti un programma di comunicazione personalizzato per far crescere la tua attività commerciale. Grazie per l’attenzione!


SCRIVICI