Contenuti per il web: una semplice regola per produrli

come scrivere contenuti per il web

Contenuti per il web: una semplice regola per produrli

Questo articolo tocca la nota più dolente in assoluto quando si lavora col marketing sul web: i contenuti. Però c’è anche la soluzione per trasformare questa nota dolente in un momento positivo e di miglioramento, per i clienti e per le agenzie di comunicazione.

Vuoi un negozio vuoto?

Produrre contenuti vuol dire essenzialmente scrivere una serie di testi sul profilo, la storia, i valori, gli obiettivi, i servizi, i prodotti… di un’azienda. Sono contenuti fondamentali, perché senza di essi è come entrare in un negozio vuoto, con le pareti spoglie e senza nessuno a fare accoglienza. L’incubo di ogni commerciante. Allora, perché sul web e sui social media ci deve essere, ancora oggi, questa sottovalutazione (eufemismo) del valore dei contenuti?

Dato sul web, a differenza della realtà, non c’è il contesto fisico che facilita (con la voce, gli sguardi, il contatto, l’ambiente) la comunicazione, il web ha bisogno di contenuti, di testi e di foto, perché è su questi che si gioca il successo commerciale di un sito e di un social media. Non devi scrivere romanzi con l’abilità di un grande autore. Ma nemmeno con la svogliatezza di chi deve compilare scartoffie burocratiche. Basta scrivere i messaggi fondamentali che già si usano nell’attività professionale di tutti i giorni… e ricordarti un elemento fondamentale!

Una semplice regola

Esattamente come nel negozio, o in azienda, è decisivo saper convincere, allo stesso modo sul web la comunicazione non è fine a se stessa: serve a motivare le persone, cioè i (potenziali) clienti a fare qualcosa. Quindi immagina di scrivere i tuoi contenuti pensando di avere di fronte altri potenziali clienti, che entrano per la prima volta nel tuo negozio oppure ritornano dopo aver fatto acquisti: cosa gli diciamo?

Se fin qui il ragionamento è abbastanza scontato, adesso lo sarà anche passare dalla teoria alla pratica della persuasione. Insomma, come si fa a scrivere contenuti persuasivi? Ecco la semplice tecnica del “perchè-cosa-come”:

  1. incomincia dal “PERCHE’” tu fai/produci/vendi qualcosa – qualunque cosa sia, senza dover pensare a produrre razzi spaziali o chissà quale altra cosa mirabile
  2. poi passa a descrivere il “COME” lo fai  – non solo a livello di mezzi tecnici, ma anche con passione, curiosità, interesse, divertimento…
  3. infine presenta il tuo “COSA” fai in modo completo e dettagliato.

 

Esempio pratico

Questa sequenza è fondamentale perché riflette la capacità del cervello umano di elaborare informazioni partendo da quelle più semplici e arrivando a quelle più complesse. Partire subito dal “cosa” cioè dal prodotto con tutti i suoi dettagli significa sommergere l’utente con troppe informazioni che non è in grado di gestire, ricordare e quindi apprezzare. Facciamo un esempio con un caso “ostico”: un farmacista. Su due piedi non sembra che un farmacista debba essere persuasivo oppure debba occuparsi molto dei suoi contenuti online. Ma quando si tratta di instaurare un rapporto di fiducia con i pazienti/clienti perché c’è in gioco la salute, allora diventa fondamentale comunicare in modo convincente. Quindi, non mi serve subito sapere quali e quanti prodotti vende la sua farmacia. Mi importa sapere perché lui fa il farmacista – aiutare gli altri, passione per la medicina, tradizione di famiglia… ? Poi parliamo del “come” lui fa il farmacista: tutte le mattine sveglia alle 6.00 per aprire alle 7.00? Ascolto e attenzione a tutti i pazienti/clienti? Memoria di ferro per ricordarsi le problematiche di tutti? E così via… Dopo aver raccontato il perché e il come sarà più semplice far entrare in testa alle persone la comunicazione di prodotto, perchè se entro in farmacia e mi racconti subito che vendi centinaia di aspirine diverse, forse dopo un minuto non ne posso più. Ma se mi spieghi perché fai il farmacista, allora inizio a farmi un’idea di te di professionista serio e attento. Quando arriverai a presentarmi le tue aspirine, allora saprò che mi posso fidare al punto tale che lascerò a te decidere quale aspirina sia meglio per me. A quel punto è fatta.

Sei tu il contenuto

In questo modo produrre i contenuti per il web e i social media non sarà più una nota dolente – se ci riesce un farmacista.. Questi contenuti non sono altro che i messaggi che trasmetti ogni giorno. Con la semplice regola di organizzarli per dare priorità a quelli più semplici e diretti: prima il “perchè”, poi il “come” e infine il “cosa”. In questo modo il prodotto, cioè il succo del marketing, sarà molto più facile da comprendere e sarà molto più facile da valorizzare. Non hai bisogno di fare “pubblicità” come una volta, a colpi di slogan inutili: basta raccontare te stesso. Proprio come fai ogni giorno.

Sei interessato ad approfondire questo tema? Vuoi migliorare i tuoi contenuti online? Scrivici qui sotto e ti aiuteremo :)


SCRIVICI

Ho preso visione della Privacy Policy e presto il consenso al trattamento dei dati.



vel, id in pulvinar libero mi,