Back to top

dpsonline*

  /  Marketing   /  Copyright e intelligenza artificiale
copyright opere intelligenza artificiale

Copyright e intelligenza artificiale

Il tema dei diritti d’autore e del copyright per le opere create dall’intelligenza artificiale è complesso e in continua evoluzione.
L’intelligenza artificiale è entrata prepotentemente in ogni settore della nostra vita quotidiana, anche in quelli prettamente creativi: arte, letteratura, fotografia, musica, programmazione software, ecc..
L’AI è recepita quasi come l’artista non come lo strumento in mano all’artista.
Ma se l’intelligenza artificiale può essere considerata un artista, come vengono trattati i diritti d’autore?
Quali sono le implicazioni legali del copyright per le opere create dall’intelligenza artificiale?

La legge sul diritto d’autore e il copyright

La legge sul diritto d’autore stabilisce che un’opera possa essere protetta con i seguenti requisiti: deve essere originale e creata dall’uomo.
Tuttavia, l’utilizzo dell’intelligenza artificiale per la creazione di opere creative pone alcune questioni legali importanti, basate su quanto il contributo dell’uomo influisce sull’intelligenza artificiale e quanto l’intelligenza artificiale acquisisca informazioni da opere già esistenti.

Il copyright è un diritto esclusivo accordato a un autore per tutelare la propria creazione originale ed evitare la sua riproduzione non autorizzata da parte di terzi. Quando un’opera viene creata con l’intelligenza artificiale, non c’è modo di stabilire chi sia il vero autore. Ciò significa che nessuno può richiedere i diritti esclusivi del copyright su tale opera. Pertanto, qualunque persona può riprodurre o distribuire la stessa senza pagare il dovuto all’autore originale.

Uno dei principali problemi sollevati dall’utilizzo delle opere create con l’intelligenza artificiale è che manca un meccanismo legale per fare rispettare i diritti dell’autore originale. Inoltre, è difficile stabilire chi sia l’autore di un’opera creata con l’IA, rendendo quasi impossibile rintracciarne il proprietario per chiedere il rispetto dei diritti d’autore e del copyright derivanti da tale creazione.
Sebbene le leggi sul copyright siano state aggiornate per tenere conto delle nuove tecnologie, non c’è ancora un sistema in grado di proteggere efficacemente le creazioni generate dall’IA.

Come identificare le opere prodotto con l’AI e assoggettarle a copyright

Per affrontare il problema relativo alla mancanza di protezione dei diritti d’autore per le opere generate dall’IA, alcuni esperti hanno proposto diverse soluzioni.
Una di queste consiste nella creazione di un database in cui vengono archiviate tutte le opere create con l’IA, in modo da poter identificare facilmente gli autori originali. Inoltre, viene consigliata l’adozione di algoritmi in grado di riconoscere gli elementi originali presenti nell’opera creata con l’IA ed evidenziarli come componente essenziale dell’opera stessa.
Questo processo consente agli autori delle opere generate con l’IA di ricevere i giusti riconoscimenti legali per loro creazioni originali.

In alcuni paesi, la legge sul copyright stabilisce che l’autore di un’opera generata dall’IA sia colui che ne ha programmato l’algoritmo o gli ha fornito i dati utilizzati per generare l’opera.
Tuttavia, in altri paesi, le opere generate dall’IA non sono considerate originali e quindi non vengono protette dalla legge.
Inoltre, ci sono anche questioni relative al commercio delle opere generate dall’IA, poiché queste opere possano essere utilizzate per generare profitti senza che gli autori umani siano adeguatamente compensati.

I diritti d’autore e il copyright sono importanti per proteggere le opere create anche tramite l’intelligenza artificiale e garantire che gli artisti, autori e creatori ricevano un riconoscimento adeguato per il loro lavoro.
Sebbene ci siano ancora molte incertezze sul futuro della proprietà intellettuale, è chiaro che la tecnologia offrirà sempre più grandi opportunità per gli artisti, autori e creatori in tutto il mondo.

In generale, è importante che le leggi vengano aggiornate, per garantire che gli autori umani e gli sviluppatori di IA siano adeguatamente protetti e, che le opere generate dall’IA possano essere utilizzate in modo equo e legale.

 

Foto di BP Miller su Unsplash

Leggi anche Libri e arte sempre più collaborazione tra umani e AI

Follow us